Skip to content

Adesso… E adesso?

7 maggio 2009
by

La nostra rassegna sui siti degli atenei federati si conclude con l’ateneo Spazio&Società. L’ateneo è costituito dalle facoltà di Architettura Valle Giulia e Sociologia.

adesso-1

Il sito web è ‘prefato’ da una pagina presente nel sito generale che si riferisce a “questo” sito (cioè al sito dell’Ateneo) e non alla pagina che si sta leggendo.
Un effetto straniante di un copia&incolla frettoloso e fuori contesto, una pessima abitudine dei nostri webautori. Quando capiranno che la pagina deve essere pertinente ai contenuti e alle azioni possibili dell’utente?
In questa pagina si legge che il sito consentirebbe di raggiungere gli obiettivi (di dialogo, di conoscenza, di coordinamento) per la possibilità, non irrilevante, di essere utilizzato a basso costo , una ragione ben valida ma un po’ penalizzante per chi – come noi – crede nei progetti web e nella necessità di investire maggiori risorse e impegno.

adesso-2Entrati finalmente nel sito vero e proprio notiamo una distanza siderale dal look della Sapienza. Il colore sociale è il verde (distante dal rosso sapienza). Il logo è rappresentato da due mani stilizzate intrecciate. Un lungo testo vorrebbe essere di “dialogo” (…Il documento è da considerarsi quindi in progress e aperto alla collaborazione) ma che riprodotto nella pagina web si trasforma (anche contro la volontà degli estensori) in una lunga ‘circolare’ burocratica.

adesso-3Il look&feel e la scelta di un host commerciale (register.it) sembrano voler affermare una soluzione di continuità con gli altri servizi web dell’università. Dal punto di vista dell’architettura dell’informazione il sito segue abbastanza fedelmente le gerarchie del sito generale (organizzazione, facoltà, studenti eccetera).

Non si notano grandi innovazioni rispetto alla media generale degli altri siti della Sapienza. La presenza di un album su Flickr linkato con una etichetta non chiarissima (CondiVisioni(?)) non rappresenta certo un’eccezione.

Siamo gli ultimi a pretendere conformità degli standard grafico/estetici, ma se si decide una strada diversa si dovrebbe percorrerla fino in fondo e farne intuire al resto della comunità i vantaggi.

Gli altri articoli sugli Atenei federati

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: