Skip to content

Master e Web 2

20 ottobre 2009
by

pubblicitamasterAbbiamo dato un’occhiata a 72 siti di master della Sapienza. Ci sono due tipi: quelli amatoriali (link interrotti, elementi lampeggianti e scorrevoli, font poco leggibili) e quelli “professionali”.  Chissà perché l’idea di un sito professionale si associa  all’uso di Flash. Una tecnologia con molte opportunità interessanti ma anche di difficile applicazione. Non sempre l’eleganza della grafica animata corrisponde ad una comoda fruizione e navigabilità dei contenuti.

La maggior parte dei master che hanno rapporti internazionali preferiscono la pagina bilingue (stessa pagina, due lingue diverse) invece di due versioni separate.  I testi risentono dell’effetto brochure e sono rari i casi di testi “nati” per il sito web. Inoltre l’impaginazione è resa di faticosa lettura a causa dell’abitudine dei webdesigner di pubblicare testo ‘giustificato’, lungo e compatto.

Contrariamente alle nostre attese non sempre i siti danno il giusto spazio al corpo docente. Elemento positivo è che la maggior parte dei siti rendono abbastanza chiara l’articolazione didattica. Alcuni master consentono di scaricare materiale didattico e consentono l’uso di piattaforme elearning.

Interessante l’idea di affidare a ex alunni il giudizio sul master (2 siti).  Il rapporto con i partner o con gli sponsor si  limitata spesso alla riproduzione dei loghi e dei link aziendali.

Qualche sito indulge nella ‘linkite’ (una presenza eccessiva di collegamenti ipertestuali) una mania che sembra non conoscere ostacoli o eccezioni.

Qualche esempio

Un esempio di sito in Flash è quello del Master in Editoria, Giornalismo e Management Culturale: metafora di “agenda ad  anelli“.  Altro esempio di utilizzo delle animazioni è quello del sito del master Exhibit and Public Design.

Una ricca galleria di docenti può essere visualizzata sul sito di Management, marketing e comunicazione della musica (tra i docenti anche  Massimo Scialò, il genio che ha realizzato il sito per  Berlusconi beato, lo segnaliamo in un commento).

Le pagine bilingue sono usate – per esempio – dal master in Scienze Gastronomiche e Patologie Alimentari.

Leggi anche

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: