Skip to content

La memoria. Aggiornamenti e archivi

5 luglio 2010
by

Quanti di voi possono rispondere a questa domanda al volo:

il sito serve a dare notizie aggiornate oppure deve essere un archivio potenzialmente infinito di tutti i documenti prodotti nel tempo?

Uno dei parametri usati per giudicare l’efficacia di un sito è quello di verificarne l’aggiornamento. Se il sito del dipartimento o della facoltà (o peggio il sito generale) contiene notizie datate (bandi e informazioni scadute, eventi passati eccetera) possiamo tranquillamente segnare con la penna blu e indicare i curatori del sito al pubblico ludibrio.

Ansiosi come siamo di stare sulla notizia e aggiornare in tempo reale i nostri utenti eliminiamo senza pietà informazioni vecchie…ma vecchie per chi?

Prendiamo l’offerta formativa, le tasse degli anni precedenti, i bandi scaduti. Siamo sicuri che cancellarli per fare posto alle nuove informazioni sia giusto? Il punto è che molte di quelle informazioni che cestiniamo hanno ancora un valore. Possono essere utili per gli studenti e per gli operatori per verificare alcuni dati, stabiliscono una solidità e una continuità nel tempo, hanno valore – perché no? – storico.

Ovviamente c’è un problema: strutturare e classificare un archivio è complicato, dare indicazioni visive e collocare correttamente i contenuti è difficile. Più facile sostituire un etichetta con anno accademico 2010/2011 al posto di 2009/2010.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: