Skip to content

Dipartimenti e web

6 luglio 2010
by

Dal primo luglio i dipartimenti della Sapienza sono diventati 67.

Le nuove strutture sono nate in mezzo al guado: in attesa dell’approvazione della riforma universitaria e dello Statuto della Sapienza. Inoltre la scelta di procedere all’attivazione dei dipartimenti prima delle nuove facoltà lascia ancora molti margini di incertezza sui nuovi compiti che dovranno assumere queste strutture.

Al momento, il riferimento normativo diretto è quello della 382/80. Questa legge lascia al dipartimento – essenzialmente una struttura di ricerca – il compito di concorrere all’attività didattica. Ragionavamo su questo un po’ di tempo fa. Questa situazione è destinata a cambiare: sia lo Satuto, sia la riforma amplia di molto i compiti didattici dei dipartimenti.

In questo periodo di transizione e di incertezza dovremmo forse aspettare per vedere – e navigare – tra i nuovi siti di dipartimento.

Al momento ci sentiamo di suggerire di evitare la tentazione di fondere i siti dei dipartimenti. Molto meglio una pagina con una breve presentazione del direttore e alcuni contatti utili. La progettazione del sito può essere una magnifica occasione per definire l’identità del dipartimento e il nuovo ruolo didattico. Anche i dipartimenti che non hanno subito modifiche e confluenze, potrebbero cogliere l’occasione per una robusta ristrutturazione.

L’Amministrazione fornisce aiuto e assistenza per lo start-up dei dipartimenti. Sarebbe utile che anche sul fronte dei servizi web si definissero delle indicazioni e delle regole. Nel mese di aprile avevamo proposto delle linee guida che – senza entrare nel merito dei contenuti e dei compiti delle nuove strutture – definivano un quadro di riferimento per i progettisti e per la comunità universitaria. Potrebbe essere utile?

One Comment

Trackbacks

  1. Statuto in nuvola « Websapienza blog

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: