Skip to content

Se lo fa la CNN…

17 novembre 2010

La storia è raccontata da Luca Conti nel suo libro “Twitter al 100%”.

Un fan della CNN aveva aperto un profilo su Twitter utilizzando logo e immagine del famoso canale televisivo, aggregando centinaia di migliaia di utenti. La televisione lo ha contattato e – invece di denunciarlo – gli ha proposto una gestione comune dello strumento, offrendogli un contratto di consulenza per la formazione di giornalisti su Twitter.

Confirmed: CNN Acquires CNNBrk Twitter Account (Updated) [via Techcrunch 15 aprile 2009]

2 commenti
  1. emi permalink
    18 novembre 2010 12:16 pm

    Evidentemente alla CNN erano piaciuti stile, contenuti ecc… che erano in linea con il loro prgetto editoriale e comunicativo.
    Magari capitasse a noi…

    • fcarnera permalink
      18 novembre 2010 11:00 pm

      Ignoro i dettagli della trattativa e forse – in rete – non ci sono molti elementi per approfondire. D’altra parte le caratteristiche di Twitter (140 caratteri e un link) non consente molto altro dal titolo dell’articolo con il rinvio al link al sito di news.
      Il ‘caso di studio’ è stato citato come esempio, senza riferimenti a cose e personaggi diversi da quelli citati (quel fan, quella piattaforma social, quel brand). E’ applicabile ad altre realtà? Non lo so. Resta il fatto che la generazione dei contenuti e la gestione degli stessi deve tener conto di queste realtà emergenti…Problema delicato per l’editoria, per le aziende e per le università.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: