Skip to content

Riunione webmaster. Estratto del resoconto

4 marzo 2011

Pubblichiamo l’estratto di un comunicato inviato via mail sulla riunione del 25 febbraio.

La riunione è stata introdotta dalla professoressa Tiziana Catarci, presidente di InfoSapienza che ha sottolineato i seguenti punti:

  • Il ridisegno del portale punta a realizzare un’interfaccia più adeguata alle grandi organizzazioni.
  • Il progetto prevede una prima parte finalizzata a riorganizzare il “portale della comunicazione”; “la metodologia seguita è quella della progettazione partecipata, che prevede coinvolgimento attivo degli utenti, con test mirati, prewiev e questionario on line, rivolto in particolare agli studenti; una seconda parte finalizzata a realizzare il portale a servizi che integrerà sul web tutti i servizi messi a disposizione dalle diverse strutture della Sapienza per studenti, dipendenti ecc. Cambierà il modo di lavorare e il flusso di lavoro; il portale a servizi sarà l’interfaccia verso l’esterno, anche tramite mobile. Il progetto sarà completato in 5-6 anni, ma il portale della comunicazione parte subito.
  • Importante sarà l’integrazione delle diverse basi dati, che nel frattempo saranno aggiornate attraverso progetti specifici (UGOV Ricerca, per esempio).
  • È fondamentale che anche le facoltà, i dipartimenti e i centri entrino nel progetto, è uno sforzo necessario per garantire i livelli di qualità, accessibilità, usabilità, efficacia, ecc..
  • L’adesione delle strutture al nuovo portale sarà supportato da Cineca, da InfoSapienza e dal Gruppo di lavoro web, con la distribuzione di template Cms in Drupal. La migrazione sarà graduale, con l’idea che tutti i siti delle strutture passino sulla nuova piattaforma e che w3 possa essere chiuso verso la fine dell’anno.

Sono seguiti gli interventi di Daniela Vingiani (Gruppo di lavoro web Sapienza. Urp) che ha illustrato il lavoro già svolto per riorganizzare il sito centrale, di Rosita Bacchelli (Cineca) che ha presentato il contributo del Consorzio, di Riccardo Tacconi (Gruppo di lavoro web, Centro InfoSapienza), che ha spiegato come dal 2011 l’Area Info Sapienza sia diventato un Centro per la gestione integrata dei servizi informatici, che fornirà supporto alla migrazione dei siti delle strutture nel nuovo portale, di Alessandra Barberis (Gruppo di lavoro web, Ufficio stampa e comunicazione) che ha ricordato come l’identità visiva abbia realizzato un primo raccordo tra il sito centrale e quelli delle strutture (template in css rilasciati tre anni fa) e ringraziato facoltà e dipartimenti per avere aderito a quel progetto. Al tavolo dei relatori erano inoltre presenti Emi Cipriano (Gruppo di lavoro web Sapienza, Ripartizione Studenti – Ciao) e Cristiana Pagnottelli (grafica identità visiva) che sono intervenute successivamente su specifiche questioni.

I webmaster e referenti presenti in sala hanno posto diversi interrogativi: cosa si intende per chiusura del servizio di hosting di w3? Cosa fare in caso di eccellenza tecnologica di alcune strutture, per esempio dipartimenti che hanno già sviluppato un sito nuovo, conforme all’identità visiva, su piattaforme autonome e con un lavoro complesso? Cosa fare se si sono già fatto investimenti in questo senso? Come spiegare al direttore di dipartimento che è tutto da rifare? Come si realizzerà l’integrazione dei db?

Circa 35 webmaster hanno inoltre comunicato di avere già sviluppato un Cms per applicare i template di identità visiva (13 webmaster lavorano per due o più dipartimenti), tra questi 16 su Joomla e 6 su Drupal.

I relatori hanno chiarito che il passaggio sarà comunque graduale, che la grafica dei template resterà valida e hanno proposto di affrontare tutte le questioni creando un Tavolo tecnico partecipato.

Le fasi di lavoro saranno le seguenti:

  1. realizzazione di un albero dei contenuti condiviso ed omologazione della grafica per evitare che gli studenti si confondano passando da un sito all’altro. Questo lavoro può essere fatto da subito e indipendentemente dal cms usato;
  2. contestualmente si provvederà a rilasciare un modello di cms in drupal, così chi vuole può usare direttamente il nuovo;
  3. dismissione di w3 e migrazione sul portale (quando quest’ultimo avrà attiva almeno una parte dei servizi, esempio quelli che riguardano l’offerta formativa)

Su base volontaria è stato formato un gruppo di webmaster rappresentativi di facoltà e dipartimenti che parteciperanno al Tavolo tecnico.
[…]

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: