Skip to content

Quando la sicurezza blocca l’innovazione

21 giugno 2011
by

Kevin Kelly cita una lettera scritta da Orville Wright a Henry Ford. Nella lettera al suo amico inventore, Wright racconta una storia sentita da un missionario in Cina. Il missionario voleva convincere i contadini a migliorare la tecnica per raccogliere il grano. Per questo si fece spedire una falce dall’America e dimostrò che l’uso di questa al posto delle piccole cesoie usate dai contadini avrebbe migliorato di molto la produzione del raccolto.
Il giorno dopo una delegazione andò dal missionario chiedendo di distruggere la falce perché c’era il rischio che un ladro – nottetempo – potesse falciare tutto il grano e rubare l’intero raccolto. Ecco un esempio – commenta Kelly, di come un danno possibile, ma del tutto improbabile bloccò il progresso. “La cautela può mostrare un notevole grado di miopia. Tende a massimizzare solo un valore: la sicurezza, che così ha la meglio sull’innovazione” [Kevin Kelly, Quello che vuole la tecnologia edizioni Codice 2011. pagg. 257-258].

One Comment
  1. 19 gennaio 2012 9:56 pm

    mi spiace averlo letto solo ora.
    questo dimostra che la saggezza è un’ottima persona,
    ed è anche il killer legalizzato numero uno

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: