Skip to content

Facilitare l’incontro con il libro

Se cercate su Facebook o sul sito della Sapienza la Biblioteca “Mario Costa” di Latina troverete un widget (un’applicazione ospitata su una pagina) simile alle finestrelle che usiamo per ‘chattare’. È BiblioLive, l’applicazione che mette in contatto il bibliotecario con l’utente; in tempo reale e da qualunque punto della terra.

Abbiamo chiesto a Gabriella Tufano, che ha progettato e realizzato il servizio, di spiegarci di che si tratta

WEBSAPIENZA: Gabriella, perché un ennesimo strumento di contatto con il pubblico, non bastavano la mail, il telefono oppure venire direttamente in biblioteca?

GABRIELLA TUFANO: Il principale impegno di un bibliotecario è quello di facilitare l’incontro tra il lettore e il “suo” libro, tra lo studioso e la “sua” informazione. La nostra attività è tutta rivolta al pubblico e, per questo, abbiamo il dovere di adeguarci ai mutamenti sociali e ai nuovi mezzi di comunicazione. Oggi si studia a distanza, si cercano le informazioni in rete, i cataloghi sono on-line, gli utenti sono remoti. Sarebbe impensabile obbligare uno studente a recarsi in biblioteca, magari fare un viaggio, solo per avere una semplice informazione. Tanto più impensabile farlo attendere per ottenere una risposta. La chat, ormai, è di uso comune, tra giovani e meno giovani. È sincrona e garantisce quindi un contatto simultaneo e soddisfacente.

WS: Tra i tanti software di IM (istant messaging) perché avete scelto Meebo?

GT: Avremmo potuto scegliere Skype o MSN o altro, ma tale scelta avrebbe tagliato fuori tutti coloro che avevano un account diverso da questi. Meebo rispondeva perfettamente alle nostre esigenze. Essendo un aggregatore di messenger, esso consente la gestione contemporanea di contatti diversi (MSN, Yahoo, Google, etc.). Inoltre, e soprattutto, ci ha consentito di produrre un widget, ovvero un chat box, da inserire nella nostra pagina web, permettendo a chiunque visiti la pagina di contattarci anche se non dispone di un account.

WS: Non è troppo impegnativo per il bibliotecario restare “incatenato” al computer e rispondere in tempo reale?

GT: Certo, ma un lavoro impegnativo è anche stimolante. La gestione del servizio, comunque, può essere organizzata in base alla disponibilità del personale della biblioteca, erogandolo solo in determinate fasce orarie o affidandolo a più persone in turnazione tra loro o specializzandolo per disciplina (quindi con più widgets e più bibliotecari).

WS: Chi usa questo servizio? Quali domande vi sottopongono?

GT: Per la gran parte (80%) studenti universitari; seguono bibliotecari, docenti e studenti di scuola superiore.
Il tipo di domande che ci vengono rivolte sono principalmente di natura bibliografica (localizzazione documenti, assistenza nella ricerca in OPAC), ma non mancano quelle sui servizi e su come essi funzionano o sugli orari di apertura. Nonostante il sito riporti tutte queste informazioni gli utenti preferiscono ottenere una risposta di conferma.

WS: Che significa servizio di reference?

GT: Il reference è quella serie di attività che la biblioteca svolge per assistere, orientare ed istruire l’utente nella ricerca e nel recupero dell’informazione o del documento. Io sono appassionata di reference, perché consente lo sviluppo di nuove idee e il confronto costante con il pubblico. Credo che rappresenti il biglietto da visita di una biblioteca.

WS: Alla Sapienza ci sono altre biblioteche che usano questo servizio?

GT: Sì, dopo di noi hanno adottato BilioLive le biblioteche : del dip. di informatica e sistemistica, del dip. di scienze cliniche, del dip. di economia pubblica , dip. di pianificazione territoriale e urbanistica, dip. di meccanica e aeronautica, del dip. di ingegneria chimica e quella di psicologia.

WS: Secondo te, il sistema sincrono di domande/risposte potrebbe essere utilizzato anche da altri servizi? (Assistenza tecnica, sportelli di segreterie eccetera). Che consiglio daresti a chi sta pensando di implementare questo servizio?

GT: Ne sono più che certa. Pensa a quanti studenti fanno lunghe file per avere risposte che richiedono pochi secondi.

Elenco delle biblioteche della Sapienza che dispongono del servizio
Biblioteca “Mario Costa” BiblioLive
Dipartimento di Scienze Cliniche – Biblioteca BIBLIO ONLINE
Dipartimento Interateneo di Pianificazione Territoriale e Urbanistica BiblioChat
Dipartimento Meccanica e Aeronautica Biblioteca DMA
Biblioteca Dipartimento Economia Pubblica Federico Caffè BiblioLive
Biblioteca del Dip di Informatica e sistemistica Meebo Me!
Biblioteca Psicologia Ernesto Valentini BiblioLive
5 commenti leave one →
  1. emi permalink
    29 marzo 2010 8:59 am

    lodi lodi lodi al servizio delle biblioteche ma temo che, stanti le risorse attuali, non sia possibile estendere l’esperienza anche alle segreterie o a strutture come il Ciao. Poi le vecchie care email consentono anche di salvaguardare con più facilità la tracciabilità delle domande e delle risposte (che sulle questioni amministrative ha forse maggiore rilevanza).
    Però prima o poi un esperimento lo voglio fare, sìsì…

  2. 6 aprile 2010 12:06 pm

    cara gabriella, complimenti. quasi con nostalgia mi vengono in mente i miei esperimenti all’allora dipartimento di sociologia (e poi comunicazione) – parliamo degli anni Novanta – quando dal sito della famosa “Biblioteca Virtuale” – la prima alla Sapienza – da me curato, oltre agli altri servizi, si poteva dialogare con la bibliotecaria, cioè la sottoscritta, con tutti gli strumenti di istant messaging allora disponibili. purtroppo una miope e spesso incompetente dirigenza docente e bibliotecaria ha affossato – dopo il decollo in quella biblioteca di dipartimento, proprio grazie al “mio” sito, dei servizi di reference – un’esperienza efficace e soprattutto avanzata (almeno di dieci anni, come si vede). spero che tu possa continuare in questa direzione, senza le stupide e immotivate resistenze che ho incontrato io circa dieci anni fa. un abbraccio. maria

  3. 6 aprile 2010 12:35 pm

    Giriamo il tuo messaggio (e la bella e significativa testimonianza) a Gabriella

  4. 7 aprile 2010 12:10 pm

    Anche nell’amministrazione pubblica ci sono delle eccellenze e Gabriella e il suo lavoro ne sono la prova.

Trackbacks

  1. Biblioteca in chat :-) « Web Sapienza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: